Sapri da vedere

U' Ruotolo

Sapri

U' Ruotolo

La leggenda de 'u Ruotolo narra la storia di tre giovani pescatori di Sapri, durante una calda serata d'estate all' inizio del secolo scorso che si erano recati in barca a pescare tra la costa e lo scoglio dello Scialandro. All'improvviso un enorme masso si staccò dalla montagna e cominciò a rotolare giù, allora uno di loro chiese aiuto a San Biagio, (Santo protettore di Maratea) e miracolosamente il masso si fermò bloccandosi in bilico sugli scogli (dove tutt'ora si trova!!) La credenza vuole che sotto quell'enorme masso si nasconda un tesoro e che colui che riuscirà a far completare al ruotolo la sua corsa verso il mare, senza toccarlo ma solo con la forza di uno starnuto, potrà impadronirsene... Ad oggi il “Ruotolo” è ancora ben visibile lungo la fascia costiera e ospita un altro tesoro che di giorno in giorno nutre tutta la popolazione saprese: una fonte sorgiva di acqua potabile

Fonte: sentieroapprezzamilasino.blogspot.com

Condividi questo articolo su